eni multicard
TimoCom – Facciamo incontrare carichi e mezzi di trasporto.
DKV Euro Service
SP TRANS
UTA Italia
Telepass
Gruppo Marta Fernando
Grimaldi Group
TomTom
Vialtis

News

09 Mag 2017

Mercedes FleetBoard presenta la sua strategia innovativa per il futuro

Transportonline
FleetBoard_mercedes

Ad oggi sono già in circolazione circa 220.000 veicoli di oltre 7000 Clienti in tutto il mondo collegati in rete tramite FleetBoard.

 

Digitalizzazione, big data, soluzioni cloud, IoT (Internet of Things) ed intelligenza artificiale: tutti termini ed espressioni chiave che influenzano grandemente e con effetto a lungo termine il processo di trasformazione in corso nel settore logistico. Esistono poi nuove modalità operative come Scrum o Design Thinking, moderne community come gli Innovation Hub e le Start-up ed argomenti tematici con i quali tutti gli attori del settore logistico stanno iniziando ad avere a che fare. Raramente in precedenza vi è stato un argomento che ha interessato ed influenzato a tal punto l’intero settore consentendo allo stesso tempo di individuare nuove soluzioni per le quotidiane sfide che l’industria logistica si trova a fronteggiare. Dal ventaglio delle diverse app offerte per tutti i sistemi logistici, le società di trasporto ora devono solamente scegliere la soluzione più adatta per loro. La soluzione che incontra le loro esigenze specifiche può essere integrata senza problemi nel loro sistema IT rappresentando un importante valore aggiunto dal punto di vista economico.

 

FleetBoard – Driving logistics forward

 

A partire dal lancio nell’anno 2000, FleetBoard ha lavorato alla costante innovazione del settore; i servizi sviluppati sono le risposte fornite per le sfide del settore logistico, che FleetBoard affronta costantemente creando prodotti in grado di rispondere alle sempre più diversificate esigenze dei propri Clienti. FleetBoard continuerà dunque a sviluppare le soluzioni più adatte per tutte le sfide che il settore si troverà ad affrontare in futuro.

 

“A partire dal lancio sul mercato dei servizi telematici tramite Internet nel 2000, FleetBoard è subito diventato un punto di riferimento nel settore. “Ad oggi sono già in circolazione circa 220.000 veicoli di oltre 7000 Clienti in tutto il mondo collegati in rete tramite FleetBoard. Grazie a soluzioni tecnologiche completamente nuove ci stiamo avvicinando sempre di più alla nostra idea di trasporto del futuro, in cui i veicoli viaggeranno in modo fluido: colleghiamo in rete tutti i processi relativi al traffico e tutti gli utenti coinvolti nel trasporto. In questo modo, oltre a rendere più efficiente il lavoro dei nostri Clienti che si occupano di logistica, contribuiamo anche a ottimizzare i flussi del traffico, a diminuire il volume di traffico e, in ultima analisi, ad accelerare i processi legati ai trasporti”, afferma Stefan Buchner, Responsabile Mercedes-Benz Trucks.

 

Per FleetBoard, digitalizzazione e scrum (gestione agile dei progetti) sono il fondamento delle molteplici soluzioni con cui detta gli standard nel settore della telematica. Nel corso degli anni FleetBoard si è dimostrato uno dei fornitori più innovativi e di maggior successo a livello mondiale. Big Data, IoT, soluzioni Cloud e intelligenza artificiale vanno ora ad ampliare la gamma che consentirà di sviluppare anche in futuro nuove idee e nuovi modelli di attività. FleetBoard frutta appieno queste tecnologie per fornire ai propri Clienti le migliori soluzioni per le sfide di ogni giorno nel settore logistico.

 

“FleetBoard tende non solo a migliorare costantemente i prodotti già esistenti, ma anche a sviluppare in modo rapido ed efficiente soluzioni completamente nuove per i propri Clienti”, afferma Daniela Gerd tom Markotten, Managing Director di Daimler FleetBoard GmbH. “Per poter offrire una gamma di servizi ampia e diversificata, siamo stati e continuiamo ad essere aperti a collaborazioni con partner vecchi e nuovi”.

 

Un grande potenziale è rappresentato soprattutto dalle possibili sinergie tra aziende già affermate nel settore logistico e altre ad esso estranee oltre che con start-up. FleetBoard trae vantaggio da queste collaborazioni per individuare i prodotti lungo tutta la catena logistica ed effettuare concretamente lo sviluppo di prodotti nuovi.

 

“In futuro FleetBoard fornirà ben più che soluzioni telematiche, divenendo fornitore di soluzioni digitali per l’intero settore logistico. A questo riguardo il valore aggiunto per i nostri Clienti viene al primo posto”, afferma sempre Gerd tom Markotten. Per far sì che le nuove idee vengano concretizzate in tempi ancora più rapidi diventando soluzioni innovative, lo stile da start-up che FleetBoard adotta da anni si arricchirà della presenza del FleetBoard Innovation Hub di Berlino.

 

La telematica come base

 

Quando FleetBoard venne presentata al pubblico nell’anno 2000, i dati disponibili e le infrastrutture digitali erano ancora ad uno stadio iniziale di sviluppo: lo standard utilizzato per la comunicazione dei dati da e verso i veicoli industriali era il canale SMS della rete GSM. In quegli anni la posizione di un veicolo poteva essere rilevata fino a pochi metri di distanza grazie ai 24 satelliti del sistema americano GPS. Negli anni successivi l’avanzamento tecnologico ha compiuto rapidissimi progressi. FleetBoard ha utilizzato le nuove opportunità offerte portando avanti in modo significativo lo sviluppo di nuovi standard nel settore, che le hanno consentito di migliorare i propri servizi.

 

Oggi FleetBoard effettua il rilevamento di un gran numero di dati di stato, di viaggio e di posizione del veicolo e li trasmette tramite telefonia mobile all’azienda interessata. FleetBoard offre una gamma completa e modulare di servizi relativi alla gestione di ordini, autisti e parco veicoli, che i Clienti possono combinare a seconda delle loro esigenze specifiche.

 

Vision

 

Digitalizzazione, big data, soluzioni Cloud, IoT e Artificial Intelligence associate a Scrum, Design Thinking, Innovation Hub e nuove società partner sono alla base di ulteriori soluzioni e servizi a concreto valore aggiunto per il settore logistico rappresentando nuove chance e nuove opportunità di business. FleetBoard le utilizza appieno per garantire al Cliente evidenti vantaggi e valore aggiunto grazie a concrete opportunità di interconnessione. L’obiettivo è quello di supportare il più possibile le attività logistiche con soluzioni digitali e di aumentare la redditività degli attori del settore logistico, facendo diventare realtà la vision futura di “Seamless Transportation”: l’interconnessione completa di tutte le attività su strada e i diversi attori coinvolti nelle attività di trasporto.

 

FleetBoard: nuove tecnologie

 

Fin dall’inizio FleetBoard si è dedicata alle innovazioni da introdurre nel settore, un impegno che continuerà anche in presenza di un ambiente di mercato in costante evoluzione. Il megatrend della digitalizzazione è di ispirazione per FleetBoard. Le opportunità offerte dall’avanzamento tecnologico vengono utilizzate per presentare grazie alla nuova varietà di dati una vasta gamma di soluzioni assolutamente inedite. Per le aziende, tecnologie e innovazioni non sono solo un fine ultimo a sé stante, ma rappresentano risposte concrete alle sfide poste dai rispettivi Clienti.

 

Base mappe: HERE

 

Per mezzo di big data FleetBoard, in collaborazione con HERE, ha sviluppato una soluzione che analizza e visualizza chiaramente nel modo più comodo per l’utente diversi dati relativi a flotte di truck, quali tempi di parcheggio o carico e scarico. Il vantaggio in termini pratici è quello di consentire, ad esempio, la visualizzazione di informazioni relative al livello del carico di diversi veicoli industriali o a determinati hotspot di parcheggio. L’impiego mirato di big data consente di valutare le serie di dati esistenti e garantisce la massima trasparenza per quanto riguarda infrastrutture e prestazioni delle singole flotte. Questo rende possibile sviluppare le azioni consigliate per accrescere ulteriormente la redditività e lo sfruttamento del potenziale aziendale.

 

In collaborazione con HERE FleetBoard è stata in grado di valutare l’impiego delle capacità di singole flotte in tutta Europa e di indicare alle aziende le rotte sulle quali spesso non operavano a pieno regime, compromettendo così l’economicità dell’attività su strada. Piattaforme digitali come le borse carichi offrono alle imprese la possibilità di trovare soluzioni di trasporto alternative. La ricerca di offerte adeguate sulle diverse piattaforme richiede comunque molto tempo. FleetBoard ha affrontato questa sfida, utilizzando i dati valutati e sviluppando su tale base FleetBoard nxtload. Il metamotore di ricerca integra offerte e funzioni di ricerca di diverse borse carichi e consente a quanti gesticono le spedizioni di individuare rapidamente gli ordini supplementari su tutte le piattaforme.

 

Fin dalla fondazione, avvenuta nel 2000, per diversi servizi FleetBoard collabora con HERE e in precedenza con le aziende che l’anno preceduta.

 

La base del cloud: Microsoft Azure

 

Presupposto indispensabile per la sostenibilità e il costante miglioramento dei prodotti digitali è rappresentato dalla possibilità di aggiornamento e release rapidi del software oltre che dalla scalabilità delle soluzioni. Per garantire questo, in futuro la piattaforma cloud Microsoft Azure costituirà l’infrastruttura per tutti i servizi e tutte le soluzioni FleetBoard.

 

Rispetto ai server back-end, le soluzioni cloud offrono numerosi vantaggi: sono sempre aggiornati allo stato tecnologico più avanzato, poiché i componenti sono costantemente sottoposti a ulteriori sviluppi ed espansioni. I livelli di elaborazione forniti sono elevati, in modo variabile a seconda del grado di utilizzo richiesto: eventuali picchi vengono compensati e la reazione alla crescita può avvenire in tempi rapidi. Il cloud è soprattutto l’infrastruttura più redditizia dal punto di vista economico grazie ai contenuti costi di manutenzione e consente rapidi e continui release.

 

La vision dell’hardware: FleetBoard HoloDeck

 

Utilizzando le HoloLens, speciali lenti che consentono di vedere nello spazio proiezioni virtuali 3D e di interagire con loro, è possibile sperimentare di persona il modo in cui FleetBoard crea il futuro della gestione veicoli. Le lenti HoloLens fanno comparire un semplice tavolo sulla cui superficie è presente una mappa stradale astratta. Nel paesaggio tridimensionale del FleetBoard HoloDeck il gestore flotte del futuro può controllare i propri veicoli dal vivo. Per quanto riguarda gli scenari visualizzati, FleetBoard ricorre alle opportunità che le applicazioni offriranno in futuro: la gestione flotte ed il processo logistico vengono comandati in modo automatico dal sistema, e chi gestisce le spedizioni riceve in un attimo le informazioni relative ad autisti, veicoli e carico mediante le lenti HoloLens. Il sistema rileva carico del veicolo, vano di carico disponibile, gli ordini di trasporto, il relativo percorso ed i tempi di guida e risposta degli autisti. Le possibili applicazioni vengono dimostrate in base agli scenari che seguono.

 

-      nxtload Freight: I carichi del futuro sono dotati di sensori intelligenti in grado quindi stabilire lo spazio di carico ancora disponibile su un truck. Il sistema verifica se l’ordine supplementare è redditizio dal punto di vista economico, pianifica l’ordine ed invia i dati del carico all’autista del veicolo.

-      Pay@Platooning: In futuro, quando i truck saranno su strada in convoglio indipendentemente dai marchi e dalle società spedizioniere, i vantaggi economici andranno distribuiti ai singoli veicoli e convertiti monetariamente. Il sistema riconosce la posizione di ciascun veicolo, calcola il pagamento e ne effettua automaticamente il saldo.

-      Intelligent Parking: Sulla base delle informazioni relative al percorso da effettuare oltre che a tempi di guida e di riposo degli autisti, al termine del periodo di guida il sistema prenota automaticamente per ciascun conducente una piazzola di sosta libera lungo il percorso effettuato dal veicolo, dandone relativa informazione all’autista stesso.

-      Smart Delivery: Il sistema informa il ricevente circa il momento esatto di arrivo del carico. I documenti di trasporto vengono visualizzati in forma digitale ed inviati automaticamente allo spedizioniere, al ricevente e al reparto contabilità a seconda dello stato del carico.

 

FleetBoard: nuove modalità operative

 

Al momento della fondazione di FleetBoard, nell’anno 2000, il concetto delle cosiddette start-up era ancora poco conosciuto. Fin dall’inizio comunque FleetBoard si posizionò come azienda giovane e agile, stabilì gerarchie “piatte” ed utilizzò il metodo Scrum per lo sviluppo del software. L’agile project management adottato consente ai progetti di non essere programmati con anni di anticipo, bensì di essere costantemente messi a punto in tempi rapidi e lavorando in team. Un fattore determinante è che il team organizzi se stesso e sia anche composto in modo interdisciplinare, in una cosiddetta composizione “a sciame”. Scrum assegna ruoli fissi al Product Owner (Possessore del prodotto), allo Scrum Master ed ai membri del team di progetto.

 

FleetBoard Innovation Hub

 

Per essere pronti al meglio a cogliere le nuove opportunità offerte dalla digitalizzazione, nell’ambito del concetto di start-up che FleetBoard persegue già da anni nel 2016 è stato aggiunto l’Innovation Hub di Berlino. L’Innovation Hub è la prima sede succursale istituita fuori Stoccarda. Il personale addetto proviene prevalentemente dall’ambiente degli sviluppatori e vanta origini internazionali. I percorsi di lavoro e carriera non potrebbero essere più diversi, e vanno dagli ingegneri meccanici agli specialisti IT, dagli Scrum Master agli User Experience Designer, fino agli esperti nei settori specialistici dell’Artificial Intelligence, di Big Data Analytics e di Design Thinking. Tutte queste lavorano insieme sviluppando idee e sistemi per i prodotti digitali o i servizi, monitorando il settore e lo scenario delle start-up per individuare tempestivamente possibili partner per nuove collaborazioni. Big data, intelligenza artificiale o una maggiore intuitività di impiego per gli utenti delle soluzioni sono solo alcuni degli argomenti a cui si sta attualmente lavorando. Attualmente uno degli aspetti più importanti per il personale che opera presso l’Innovation Hub è lo sviluppo di prodotti che possano essere lanciati sul mercato nel settore dell’Augmented Reality (AR). Particolare importanza a riguardo riveste l’integrazione dei relativi dati dei veicoli mediante smartphone o tablet. Per quanto riguarda l’Augmented Reality numerose sono le opzioni per il futuro, ad esempio un tool didattico interattivo per gli autisti di veicoli industriali o la gestione flotte mediante apposite lenti per la lettura dei dati.

 

“La nostra sede di Berlino si trova nel cuore dello scenario delle start-up europee. Il FleetBoard Innovation Hub si confgura come realtà estremamente dinamica, che anche localmente sia in grado di lavorare in modo indipendente dalla sede centrale dell’azienda e dalle sue attività operative coniugando così massima creatività con quelli che a volte sono modi completamente nuovi di pensare alle cose”, commenta Daniela Gerd tom Markotten. Il personale di questa realtà ha il chiaro compito di pensare deliberatamente fuori dagli schemi e di mettere in dubbio persino i prodotti già esistenti.” L’obiettivo è quello di realizzare nel più breve tempo possibile dei prototipi e di testarli a riguardo del loro potenziale di mercato.

 

Esiste anche la possibilità di allocare alla sede per tempi limitati delle start-up esterne allo scopo specifico di sviluppare ulteriormente i modelli di attività più promettenti. La stretta correlazione con il mondo imprenditoriale berlinese viene favorita dalla regolare partecipazione ad eventi e da un vivace scambio con gli Innovation Hub di altre aziende.

 

Continuare a rimanere leader nel settore della digitalizzazione significherà non solo disporre delle tecnologie più avanzate e delle persone giuste, ma essere anche aperti a nuove collaborazioni. Oltre alle attività con società partner già esistenti come Microsoft e HERE, FleetBoard guarda anche ad altre forme di collaborazione. Nell’ambito dello “SUGAR network”, rete universitaria interdisciplinare e globale, gli studenti dell’Istituto di Tecnologia di Karlsruhe (KIT) e del Trinity College di Dublino hanno adottato un approccio di design thinking per sviluppare nuove idee e soluzioni FleetBoard per il “Futuro della logistica”.

 

Nel corso di un’altra collaborazione con Daimler AG e con la Josef Paul GmbH & Co. KG FleetBoard porta la sua vasta competenza in materia di software: un Digital Vehicle Scanner controlla lo stato di un singolo veicolo mediante telecamere e sensori rilevando ad esempio la presenza di graffi o scalfitture. Vengono rilevati anche la pressione dei pneumatici e la profondità del battistrada dei pneumatici, ma anche componenti come le coperture del tetto e i teloni avvolgibili o i cassoni ribaltabili, i cui controlli sono normalmente di notevole complessità. Per far questo il truckprocede a passo d’uomo attraverso una struttura somigliante ad un autolavaggio. I dati rilevati vengono elaborati in un sistema software didattico (Machine learning), valutati e successivamente memorizzati su una piattaforma digitale: questo algoritmo, la relativa piattaforma software e le necessarie interfacce vengono sviluppati da FleetBoard. Il Vehicle Scanner elimina il controllo dei veicoli da parte di singole persone, che richiede un alto dispendio di tempo, documenta lo stato di ciascun veicolo in tempo reale, rileva le necessarie riparazioni da effettuare e garantisce una più rapida ed efficiente riconsegna del veicolo.

 

FleetBoard Innovation Funnel

 

Una delle più grandi sfide nel campo delle soluzioni digitali consiste nel portare sul mercato nuovi prodotti e metterli a disposizione dei clienti. A questa sfida è stata data risposta da FleetBoard con il cosiddetto Innovation Funnel, le cui nuove idee digitali sono in sviluppo già dalla metà del 2016. Sia lo staff che i partner, i clienti o qualsiasi persona interessata possono proporre suggerimenti per soluzioni digitali future. Nell’‘Elevator Pitch’ ogni partecipante ha cinque minuti di tempo massimo per presentare le sue idee al Digital Product Team di FleetBoard. Il Digital Product Team, composto da un gruppo di esperti provenienti da diversi divisioni FleetBoard come Mercedes-Benz Truck, Daimler Financial Services e dal dipartimento informatico, valuta le idee dopo una sessione di dieci minuti di domande e risposte, approvandole o meno, a seconda dei casi, con una maggioranza qualificata. In caso di successo i partecipanti hanno quattro settimane di tempo per costruire, in un agile project team, un prototipo del prodotto e il relativo business plan. In questo fase risulta particolarmente importante ottenere feedback da parte dei clienti e svilupparne opportunamente l’idea. Nella fase successiva sia il progetto che il business plan vengono presentati al Digital Product Team nello ‘Shark Tank’. Se l’idea viene valutata positivamente entrerà nella fase di implementazione e verrà lanciata sul mercato come prodotto. L’Innovation Funnel è superato con successo.

 

Uno dei primi prodotti digitali già disponibile sul mercato, che ha superato con successo questo processo di selezione dall’inizio alla fine, è la FleetBoard app SpaceMapping.

 

A Monaco è stato condotto per la prima volta in pubblico un FleetBoard Elevator Pitch con tre progetti a titolo di esempio. L’Elevator Pitch, comprende le seguenti idee, le cui potenzialità sul mercato verranno valutate dai giornalisti:

 

Pitch 1 – FleetBoard Truck Guard

 

Pain Point: Il furto di gasolio è da diversi anni un tema attuale nel settore – in media un truck destinato al trasporto a lungo raggio è dotato di serbatoi che possono contenere fino a 1000 litri di gasolio. Spesso nelle aree di parcheggio e di sosta il gasolio viene rubato direttamente dai serbatoi degli autocarri; nella maggior parte dei casi il serbatoio viene forato o più semplicemente ne viene tolto il coperchio. Solitamente il furto viene commesso così silenziosamente che il conducente non si accorge di nulla fino a quando non accende il motore. Ogni anno questo costa grandi quantità di denaro alle compagnie di trasporti.

 

Idea: Per diminuire il furto di gasolio, in futuro i veicoli verranno monitorati da diversi supporti elettronici come videocamere o sensori addizionali installati direttamente sul veicolo. Questi supporti vengono collegati telematicamente al veicolo e ad un’app. Non appena il furto viene individuato un allarme e un messaggio vengono automaticamente inviati alla dashboard del manager della flotta e al dispositivo mobile del conducente. Grazie a quest’app si può contattare un’agenzia di sicurezza se necessario.

 

Pitch 2 – FleetBoard Trucker Buddy

 

Pain Point: I conducenti di autocarri per lunghe tratte internazionali utilizzano solitamente aree di parcheggio per i loro momenti di sosta. La maggior parte delle volte passano lì il loro tempo da soli. Ad esempio, a causa delle barriere linguistiche è difficile interagire con altri guidatori internazionali. Alcune volte semplicemente non sanno che forse ci sono conducenti della stessa nazionalità nella stessa area di sosta.

 

Idea: Per permettere ai conducenti di autoarticolati di mettersi in contatto con altri colleghi della stessa nazionalità si dovrebbe sviluppare un sistema di navigazione dedicato: Il FleetBoard Trucker Buddy. Questa è un’applicazione che notifica ai conducenti la presenza di altri guidatori registrati all’applicazione presenti nelle vicinanze, come anche le loro conoscenze linguistiche. L’app permette ciò grazie al dispositivo di localizzazione degli smartphone.

 

Pitch 3 – FleetBoard Road Distress Monitoring

 

Pain Point: Nella maggior parte dell’Europa l’infrastruttura stradale è povera e le vie di traffico esistenti sono in continuo deterioramento. Spesso i governi, le amministrazioni regionali e i comuni non hanno una visione completa dello stato delle loro strade e nemmeno ricevono informazioni in tempo reale riguardo a nuove buche ed ostacoli su di esse.

 

Idea: Migliaia di veicoli sono in transito ogni giorno sulle strade europee. Le loro videocamere e i loro sensori avanzati, come ad esempio quelli nel telaio del truck, o i metodi guidati dai dati possono sempre individuare rotture sulla superficie stradale o sull’infrastruttura stradale in tempo reale. Il FleetBoard Road Distress Monitoring collega i dati, li elabora e trasferisce i risultati a un portale web o a un sistema di partner come il Jacobs VIAM Projekt. In questo modo questa soluzione contribuisce al miglioramento della sicurezza come anche ad una migliore pianificazione della manutenzione stradale, ed aiuta FleetBoard come anche i suoi partner nell’identificazione di potenziali campi di azioni per i governi e le autorità locali.

 

Per sviluppare ulteriormente l’idea di Road Distress Monitoring FleetBoard ha lavorato insieme a ‘Jacobs UK Technology Division’, esperti nel settore della manutenzione stradale che stanno integrando e gestendo il sistema VIAM project con un gruppo di compagnie provenienti da ogni parte d’Europa.

 

FleetBoard: nuove soluzioni

 

In futuro FleetBoard non soltanto lavorerà allo sviluppo di nuove app per il FleetBoard Store, ma anche per app Android e iOS – in modo che i Clienti possano trovare il prodotto disponibile sul dispositivo che più loro aggrada. La meta-ricerca sul carico FleetBoard nxtload oppure la borsa dei combustibili FleetBoard FuelHub vengono ad esempio impiegati come pagine web. Inoltre FleetBoard sta testando l’uso di nuove tecnologie come l’Augmented Reality o le HoloLens per applicazioni in ambito logistico per aumentarne ulteriormente l’efficienza. La nuova app FleetBoard Vehicle Lens utilizza l’Augmented Reality per mostrare all’autista del truck dati importanti in tempo reale riguardanti il veicolo in modo chiaro, intuitivo e comprensibile.

 

FleetBoard FuelHub

 

Problema di fondo: Molte imprese mantengono nel loro piazzale spedizioni una propria stazione di rifornimento combustibile - per prima cosa per motivi di costo, ma anche per assicurarsi che ai veicoli venga fatto il pieno quando tornano alla base, per evitare perdite di tempo e ritardi quando si inizia il giro successivo. Offerte per il rifornimento dei serbatoi oggi si ottengono normalmente per telefono da vari fornitori, sempre allo scopo di ottenere combustibile al prezzo più conveniente. Questo confronto dei prezzi richiede però dei tempi di elaborazione, che aumentano rapidamente con l’aumentare del numero delle richieste.

 

Proposta di soluzione: Un mercato digitale per l’approvvigionamento di combustibili, in cui il fornitore ed il distributore di oli minerali possono presentare le loro offerte. L’acquirente riceve una panoramica delle varie offerte, come anche un confronto prezzi qualificato, e può piazzare l’ordinazione con pochi clic. Il fornitore riceve quindi più richieste e può a sua volta emettere offerte con pochi clic.

 

Prodotto: Un mercato digitale FleetBoard FuelHub per l’approvvigionamento di combustibili, soprattutto diesel, per le imprese con proprie riserve di combustibile come anche per fornitori e distributori di oli minerali. L’acquirente trae profitto da un maggior numero di offerte, come anche da tempi di elaborazione notevolmente più brevi, poiché non sono più necessarie lunghe telefonate perditempo. I venditori a loro volta acquistano più potenziali clienti, e grazie al processo di vendita automatizzato migliorano la loro efficienza. L’acquisto avviene tra fornitore e consumatore, FleetBoard assume un ruolo di mediatore. Sono ipotizzabili per il futuro ampliamenti ad ulteriori funzioni. Per esempio un commerciante potrebbe inviare in modo attivo offerte alle società di spedizione, per vendere le eventuali quantità residue.

 

Stato del progetto: Fase pilota / Pagina web

 

Partner / Utenti pilota: Il progetto pilota inizierà dapprima in due regioni selezionate con un numero limitato di utilizzatori. In caso di feedback positivo entro la fine di luglio 2017 da parte dei partecipanti al progetto, si pensa ad un rollout per altre regioni (in Germania).

 

FleetBoard nxtload

 

Problema di fondo: I viaggi a vuoto ed i tempi di fermo sono i maggiori problemi nel settore trasporto merci. In pratica gli autocarri stanno fermi per circa il 50% del tempo – per esempio per le operazioni di carico e scarico, alla dogana, in officina o durante i tempi di riposo dei conducenti. Inoltre gli autocarri circolano per le strade per lo più carichi solo parzialmente, o anche vuoti. Per porre rimedio a questo, sono state sviluppate diverse Borse Trasporti e altre piattaforme per il piazzamento delle merci – nel 2016 vennero trattate sul mercato europeo circa 200 piattaforme digitali. Il compito dei gestori è di trovare, in un gran numero di offerte, il carico o la "opportunità di viaggiare insieme" convenienti. Le diverse offerte delle singole piattaforme devono venire confrontate per quanto riguarda la loro redditività e fattibilità, e venire quindi prenotate in base la principio ‘First come, first Serve’. Spesso non si trova il carico appropriato, oppure è già stato assegnato. Nonostante il gran numero di piattaforme digitali per l’assegnazione dei carichi, la bassa percentuale di caricamento di un veicolo pesante continua a restare una sfida.

 

Proposta di soluzione: L’obiettivo è di aumentare la percentuale di carico degli autocarri e di gestire in modo più efficiente l’assegnazione dei carichi. Questo si può ottenere attraverso una sensata interconnessione ed integrazione di soluzioni ed applicazioni digitali. A questo scopo vengono offerte collaborazioni con importanti partner nel processo logistico. Come primo passo tutte le offerte e le funzioni di ricerca delle Borse Trasporti vengono integrate in una piattaforma come meta-motore di ricerca. Questa soluzione tagliata su misura per il gestore è di impiego intuitivo e facilita quindi la ricerca di ordini aggiuntivi. Per ridurre i viaggi a vuoto, per ridurre l’impatto ambientale ed il peso delle infrastrutture, come anche per un considerevole alleggerimento dei carichi di lavoro dei gestori ed un aumento redditività delle singole imprese di trasporto.

 

Prodotto: L’obiettivo di FleetBoard è una intelligente interconnessione ed integrazione di soluzioni ed applicazioni digitali nel processo logistico. Come prima soluzione viene introdotto il meta-motore di ricerca FleetBoard nxtload. Trans.eu e Teleroute sono anche a bordo come due imprese leader nel campo dell’assegnazione di carichi. Tramite FleetBoard nxtload i gestori possono per prima cosa cercare e prenotare con facilità ordini di trasporto merci. A lungo termine verranno messe a disposizione ulteriori caratteristiche, come per esempio la ricerca del corridoio, ed i conducenti degli autocarri verranno integrati nel sistema globale, per quanto riguarda pianificazione dei carichi e dei percorsi, per mezzo di soluzioni mobili. FleetBoard nxtload è stato pianificato come pagina web aperta per tutti gli spedizionieri e verrà offerto gratuitamente. FleetBoard nxtload è il primo prodotto per cui FleetBoard utilizza la piattaforma Microsoft Cloud Azure. Grazie alla collaborazione con HERE, FleetBoard ha potuto valutare e rendere trasparente la percentuale di utilizzo del carico di singole flotte per tutta Europa. FleetBoard ha utilizzato i dati così valutati come punto di partenza e su questa base ha sviluppato FleetBoard nxtload.

 

Stato del progetto: Fase pilota / Pagina web

 

Partner / Utenti pilota: FleetBoard, per la fase pilota con Trans.eu e Teleroute, è stata in grado di vincere come partner due importanti Borse Trasporti. Inoltre FleetBoard è attivo nell’interscambio con altre piattaforme digitali (Freight Broker, Load Boards, Freight Matching Platforms) e si presenterà come un esempio per le interconnessioni con questi mondi. A maggio inizia la fase pilota pressoché semestrale per FleetBoard nxtload con clienti selezionati in Germania, Francia, Polonia e Spagna. Il Go-Live in questi mercati è programmato per l’inizio del 2018. Seguiranno altri progetti comuni per l’aumento dell’efficienza nel processo logistico.

 

SMARGO (Piattaforma & App)

 

Problema di fondo: Oggi una gran parte egli ordinativi nel settore logistico viene gestita ancora in modo cartaceo – nelle cabine di guida si trova un gran numero documenti di carico, fogli di pratiche doganali e bollette di consegna, lasciapassare o anche nullaosta speciali. Il conducente deve di volta in volta associare i documenti giusti al carico giusto. Analogamente, la gestione degli ordini di trasporto è lenta e soggetta ad errori. Le problematiche vanno dai documenti mancanti ai dati incompleti, fino all’insufficiente trasparenza a riguardo di un ordine per il committente, lo spedizioniere, il trasportatore ed il destinatario. A ciò si aggiunge il fatto che la fatturazione delle prestazioni effettuate fondamentalmente si può elaborare solo se i documenti sono completi e disponibili in contabilità. Per le flotte che operano a livello interazionale, questo può avvenire solo alcuni giorni dopo la consegna del carico.

 

Proposta di soluzione: Un’applicazione che, indipendentemente dal veicolo, dall’hardware installato e dal percorso di consegna / trasportatore, digitalizzi il completo processo dalla raccolta alla consegna ed al certificato di consegna del carico. A tutte le parti coinvolte, dallo spedizioniere al destinatario, viene sempre garantito un agevole accesso a tutte le informazioni rilevanti - online.

 

Prodotto: Sviluppo di una piattaforma aperta SMARGO, che su base cloud presenti tutti i dati in tempo reale dell’ordine. Come applicazione per Android (l’estensione all’iOS è programmata in una successiva fase di sviluppo) spedizionieri, autisti e destinatari hanno agevolmente sott’occhio tutti i dati concernenti l’ordinativo, e possono comunicare con tutti i partner coinvolti con l’ordine di trasporto di volta in volta valido. SMARGO includerà in una prima fase i documenti di carico e la lettera di vettura, ma nelle fasi future renderà possibile documentare le operazioni di carico/scarico comprese possibili anomalie.come ad esempio danni o quantità di carico in eccesso/ difetto. I documenti verranno inoltre raccolti e archiviati in modo centralizzato da una soluzione cloud-based. Per soddisfare le speciali esigenze degli speditori e dei destinatari gli ordini dettagliati possono essere facilmente visualizzati in tempo reale su un portale web.

 

Stato del progetto: Attualmente SMARGO esiste come prototipo funzionale con BLG LOGISTICS GROUP AG & Co. KG come partner pilota selezionato, e sarà sviluppato in seguito come disponibile per i mercati nei prossimi mesi. A partire da giugno è stato pianificata la valutazione della disponibilità per i mercati in contesti in tempo reale e con ulteriori partner selezionati. Dal 2018 la soluzione sarà disponibile per il download dal Google Play Store e direttamente utilizzabile. La app è multilingua e pertanto utilizzabile in tutta Europa.

 

FleetBoard Vehicle Lens (App)

 

Problema di fondo: Nel settore logistico i veicoli vengono spesso utilizzati da diversi conducenti. A causa delle molte configurazioni presenti e i dettagli tecnici di un truck gli autisti devono esaminare attentamente ogni singolo veicolo prima di partire, per familiarizzarsi con la potenza del motore e con le opzioni di sicurezza del veicolo che stanno per guidare. Sia proprietario del veicolo che autista sono poi responsabili per l’efficienza del veicolo pesante. Legalmente un autista di truck deve procedere a una serie di controlli preliminari prima di partire, che includono per esempio le luci, gli pneumatici e le spie. Molto spesso i datori di lavoro richiedono ai conducenti di controllare se il veicolo presenti danni esterni. Questa procedura può portare via molto tempo.

 

Proposta di soluzione: Una app risolutiva che identifica il veicolo dalla sua targa e usa l’augmented reality per mostrare i dati importanti. Tutte le informazioni rilevanti del veicolo vengono facilmente visualizzate sullo smartphone del conducente minimizzando il tempo richiesto per i controlli del veicolo. Inoltre una ricerca danni integrata e un processo di informazioni permettono ai conducenti ed ai manager di flotta di beneficiare di una migliore trasparenza riguardo ad ogni aspetto del veicolo semplificando così ulteriormente il lavoro del conducente.

 

Prodotto: In collaborazione con la start-up Everybag FleetBoard ha sviluppato la app FleetBoard Vehicle Lens. L’app utilizza il riconoscimento immagini in tempo reale per identificare il veicolo dal suo numero di targa. Per ogni corrispondente punto sul truck vengono visualizzate informazioni importanti in un processo augmented reality, per esempio: dati in tempo reale su pressione e usura degli pneumatici, prossima revisione del veicolo prevista, autista precedente e i suoi percorsi, informazioni sul livello di carburante e sulla dotazione del veicolo. Inizialmente il focus sarà sulla visualizzazione dei dati del veicolo. Si utilizzeranno informazioni estrapolate dal sistema FleetBoard. Ipoteticamente sarebbe possibile mostrare lo stato di carico del trailer o integrare il riconoscimento dei danni e del processo di segnalazione all’interno dell’app.

 

Stato del progetto: L’app FleetBoard Vehicle Lens è attualmente in fase di sviluppo per la disponibilità sui mercati. L’app sarà disponibile per Android e iOS. L’applicazione sarà disponibile per gli autocarri Mercedes-Benz, ma potrebbe espandersi anche a veicoli di altri marchi.

 

FleetBoard: soluzioni esistenti

 

FleetBoard Store per app

 

Allo IAA Veicoli industriali 2016, FleetBoard presenta per la prima volta una piattaforma specificamente concepita come ambiente aperto: il FleetBoard Store per app. Nello Store i partner di settore, ad es. gli allestitori o gli sviluppatori di applicazioni, possono mettere a disposizione utili app che facilitano il lavoro quotidiano dei conducenti, dei decisori o dei gestori di flotte. Il FleetBoard Store consente di offrire utili soluzioni per i singoli segmenti del mercato tramite una piattaforma. La partecipazione di soggetti terzi consente la condivisione di molteplici e innovative funzionalità – dalle app per la messa in sicurezza del carico fino alle app per i gestori di parcheggi. Nel FleetBoard Developer Portal i partner e gli sviluppatori interessati trovano tutte le principali informazioni sul FleetBoard Store e sulle modalità di presentazione e offerta di una app. Tutte le app messe a disposizione nello Store vengono sottoposte ad un processo di quality assurance e soddisfano così gli elevati standard di sicurezza dell’azienda.

 

Le app, inoltre, possono essere utilizzate non solo sui truck di Mercedes-Benz, bensì anche sui veicoli di altri costruttori. All’occorrenza le applicazioni possono utilizzare dati in tempo reale e operare in modo indipendente dal veicolo sul DispoPilot.guide, il tablet FleetBoard estraibile per il conducente. L’integrazione delle app dei diversi partner rappresenta un vantaggio per tutti i soggetti interessati: i Clienti, che tramite una piattaforma ricevono su un solo dispositivo le principali soluzione per la loro azienda, i partner, che possono digitalizzare il loro business e introdurre le app in centinaia di veicoli e infine gli sviluppatori, che per sviluppare le loro app hanno bisogno di un ambiente creativo e innovativo. Alla base di tutto ciò vi è l’idea ispiratrice di un collegamento in rete totale di tutti processi legati alla circolazione stradale del futuro.

 

In occasione dello IAA Veicoli industriali 2016, FleetBoard ha presentato le app dei partner di settore Brugg Lifting, Continental, Dautel, DKV, EuroTransportMedia Verlags- und Veranstaltungs-GmbH, Palfinger, Schmitz Cargobull, Truck Parking Europe, UTA ed uvauvau. Ma sono state mostrate anche applicazioni di FleetBoard come, ad esempio, SpaceMapping. Le prime app saranno disponibili per i Clienti nel FleetBoard Store da luglio 2017. L’introduzione sul mercato avverrà prima in Germania, poi progressivamente negli altri Paesi. Il FleetBoard Store sarà inizialmente disponibile in lingua tedesca e inglese. Ulteriori informazioni sul FleetBoard Store sono disponibili all’indirizzo: https://www.appyourtruck.com/Portfolio app FleetBoard

 

Già oggi FleetBoard offre ai suoi Clienti un’ampia gamma di app per dispositivi mobili Android e iOS, che consentono un elevato grado di connettività. Grazie all’utilizzo flessibile delle app tramite smartphone o tablet, committenti e offerenti, ma anche autisti e subfornitori possono richiamare i dati necessari in modo veloce, agevole e indipendente dal luogo in cui si trovano. Le innumerevoli app consentono quindi la massima trasparenza possibile su ordine, veicolo e autista.

 

Nuovo FleetBoard Manager: possibilità di richiamare in ogni momento tramite app informazioni utili sulla flotta di veicoli – semplice, veloce, gratuito

 

In futuro, con la nuova FleetBoard Manager App verrà offerto a tutti i Clienti Mercedes-Benz Trucks un accesso semplice, veloce e gratuito ai servizi di connettività.

 

La app trasmette ai Clienti utili informazioni sulla loro flotta, come il chilometraggio totale effettuato negli ultimi stette giorni oppure qual è il veicolo che presenta la percorrenza minore o la percorrenza maggiore. In questo modo il Cliente può dedurre lo sfruttamento delle capacità della sua flotta nell’arco di tempo di una settimana. L’app mostra anche l’impatto ambientale della flotta e le emissioni di CO2. In questo caso uno stile di guida predittivo assume un ruolo fondamentale, poiché indica altri modi per ridurre ulteriormente il consumo di carburante e le emissioni di CO2. Il FleetBoard Manager permette inoltre al Cliente di individuare la posizione dei singoli veicoli. Altre funzioni, quali ad esempio il widget lite Mercedes-Benz Uptime, verranno aggiunte gradualmente a FleetBoard Manager tramite aggiornamenti software periodici.

 

Presupposto per l’utilizzo dell’app è l’installazione del Truck Data Center a bordo di Mercedes-Benz Actros (standard di configurazione). La FleetBoard Manager App è disponibile gratuitamente per Android (Google Play Store) e iOS (Apple App Store).

 

FleetBoard SpaceMapping: per l’utilizzo ottimale del vano di carico

 

Grazie alla nuova app FleetBoard SpaceMapping, per rilevare in modo preciso e veloce la capacità di carico ancora disponibile sul truck, occorre solo uno smartphone: il conducente deve immettere nella app la sua altezza e la lunghezza del semirimorchio. Successivamente deve salire sul semirimorchio, mantenere la videocamera dello smartphone all’altezza degli occhi e orientarla verso il bordo inferiore del pallet anteriore. Sulla base di questa foto la app calcola in pochi secondi lo spazio ancora disponibile. Il risultato può essere inviato al responsabile delle spedizioni tramite Messenger, SMS o e-mail.

 

La app è disponibile gratuitamente nel Google Play Store e nell’Apple App Store. Nel prossimo futuro SpaceMapping sarà offerto anche nel FleetBoard Store per app.

 

FleetBoard Driver.app: una app per il lavoro e il tempo libero

 

La FleetBoard Driver.app consente ai conducenti di consultare i loro dati personali contenuti nei servizi FleetBoard Analisi delle performance e Time Manager. Sulla base dell’analisi delle performance l’autista riceve un feedback diretto sul suo comportamento di marcia negli ultimi viaggi. Vengono indicati sia il voto complessivo sia voti su singoli aspetti del comportamento al volante, come la guida previdente, i movimenti del pedale dell’acceleratore o le frenate.

 

Nel Time Manager l’autista può consultare in ogni istante i suoi tempi di guida e di riposo. I tempi di guida residui della giornata e della settimana in corso vengono indicati esattamente fino al singolo minuto. 30 minuti prima dello scadere del tempo di guida ammesso, il conducente riceve un segnale ottico e acustico.

 

La app mette a disposizione ulteriori features: il Fitness Coach digitale mostra esercizi per il rafforzamento della nuca, delle spalle, degli avambracci, dell’addome e della zona inferiore e superiore della schiena. È possibile inoltre documentare le abitudini alimentari e i tragitti percorsi a piedi. In My Community gli utilizzatori della app possono inviare messaggi e collegarsi in rete con altri conducenti a livello mondiale, con My News è possibile ricevere informazioni attuali e notizie.

 

La FleetBoard Driver.app è disponibile gratuitamente in Europa nel Google Play Store in 24 lingue.

 

FleetBoard DispoPilot.app: integrazione flessibile dei subfornitori

 

La FleetBoard DispoPilot.app rende possibile alle aziende inserire i subfornitori nei loro processi logistici in modo semplice e flessibile. Invece del DispoPilot.guide stabilmente installato nel veicolo, i conducenti utilizzano smartphone o tablet con sistema Android dotati di DispoPilot.app. Per l’utilizzo della app non è necessario neppure il montaggio del computer di bordo FleetBoard TiiRec o del Truck Data Center. L’applicazione assicura così, ad esempio, la comunicazione tra centrale e autista, supporta il disbrigo basato su workflow di ordini di lavoro, la trasmissione di indirizzi geocodificati e l’avvio della guida a destinazione – a condizione che sia installata un’applicazione supplementare per la navigazione. Con la FleetBoard DispoPilot.app è inoltre possibile eseguire foto e stampe. Nell’azienda, il responsabile delle spedizioni può gestire in modo ottimale i processi logistici nel consueto ambiente operativo (il FleetBoard Cockpit) tramite i servizi Transport Management e FleetBoard Mapping.

 

La app si basa sul sistema operativo Android, viene offerta in Europa ed è disponibile in 24 lingue. Può essere scaricata gratuitamente dal Google Play Store.

 

FleetBoard Fleet.app: una soluzione per l’ottimizzazione dei viaggi e il tracciamento del veicolo

 

Con la Fleet.app le aziende hanno sempre sottocchio veicoli e conducenti per le sfide del lavoro quotidiano - durante i viaggi e in caso d’emergenza, ma anche durante la notte o nei periodi di chiusura per riposo. La app realizza panoramiche dei viaggi dei veicoli, analisi dell’impiego nell’ultimo viaggio e schemi generali dei tempi di lavoro dei conducenti. Inoltre gli utilizzatori possono osservare i partner Service di FleetBoard nel mapping. Tramite la Fleet.app i gestori della flotta possono stabilire un contatto con veicoli e autisti.

 

Tutte queste variegate funzioni consentono con una sola app la gestione dei veicoli e del trasporto, il controllo delle tempistiche e il mapping. I viaggi possono essere ottimizzati in qualunque momento e ovunque ci si trovi. La FleetBoard Fleet.app è disponibile gratuitamente nel Google Play Store e nell’Apple App Store.

 

FleetBoard Driver Management

 

La figura più importante nel campo dei trasporti su gomma è colui che siede al volante: sono del conducente l’onere e il merito di un trasporto sicuro e redditizio. E questo è esattamente il campo d’impiego del sistema di gestione dei conducenti FleetBoard Driver Management, che registra e analizza lo stile di guida dell’autista, gli fornisce consigli sul modo d’impiego del truck e comunica all’azienda l’eventuale necessità di ulteriore addestramento. Indipendentemente dal marchio e dalla serie, FleetBoard attribuisce un punteggio allo stile di guida, ponderando i fattori rilevanti per l’usura e i consumi, come la guida previdente, le variazioni della velocità e il comportamento in frenata del conducente. A ciò si aggiunge un altro tema rilevante, il time management, ovvero il monitoraggio preciso dei tempi di guida e di riposo.

 

Campo d’impiego: il servizio consente alle aziende di riconoscere le possibilità di ulteriore miglioramento dei conducenti e organizzare su tale base opportuni addestramenti. I Clienti hanno potuto così ottenere ad esempio risparmi di carburante in misura pari anche al 15%. L’analisi dell’impiego giova all’autista non meno che all’azienda, perché consente un sistema di incentivi per i conducenti migliori.

 

Applicazioni:

 

-      Documentazione di velocità, impiego del freno, movimenti del pedale dell’acceleratore, arresti e tempi di fermo con il motore acceso

-      Valutazione autisti indipendentemente dal marchio

-      Prevenzione di viaggi verso destinazioni errate, grazie alla trasmissione di indirizzi geocodificati per la navigazione

-      Facile comunicazione tra autista e azienda

-      Calcolo dei tempi di guida e di riposo

-      Calcolo previsionale del tempo di guida residuo

-      Lettura automatica del tachigrafo digitale

-      Lettura a distanza della scheda del conducente, indipendentemente dall’ubicazione del truck

 

Gestione del parco veicoli FleetBoard

 

La Gestione del parco veicoli FleetBoard incrementa l’efficienza della flotta grazie al rilevamento di molteplici dati obiettivi. Indipendentemente dal marchio, il servizio rileva informazioni su percorrenza, consumo di carburante, condizione dei materiali di consumo, oppure comunica la necessità della successiva manutenzione. Il rilevamento delle informazioni avviene in modo flessibile ovvero adattato in funzione delle esigenze o delle richieste del Cliente.

 

Campo d’impiego: il servizio offre all’azienda i presupposti per la massima efficienza e redditività – in combinazione con il Trailer Management per l’autoarticolato completo. I responsabili di parchi veicoli possono consultare la cronologia delle manutenzioni di ogni singolo veicolo e ridurre i tempi di fermo mediante una pianificazione mirata.

 

Esempi d’applicazione:

 

-      Trasmissione di informazioni su pressione degli pneumatici, usura dei freni, livello dell’olio e del liquido di raffreddamento

-      Pianificazione di manutenzione e impiego del veicolo

-      Accorpamento di scadenze quali le manutenzioni e i controlli previsti per legge

-      Tracciamento del truck ed avvertimento in caso di furto

 

FleetBoard Trailer Management

 

Il FleetBoard Trailer Management raggruppa i dati telematici della motrice e del semirimorchio e, per la prima volta, li rende accessibili ai responsabili in modo organico, schematico e molto ben leggibile. Il Trailer Management è parte integrante del sistema Gestione del parco veicoli.

 

Il servizio Trailer ID trasmette informazioni sul luogo del semirimorchio e, tramite il numero di identificazione del veicolo, assicura che il truck traini il semirimorchio corretto. Il secondo servizio Trailer Data trasmette tutte le informazioni del semirimorchio e dati tecnici.

 

Campo d’impiego: Il servizio consente ai responsabili la visualizzazione completa di tutti i dati su semirimorchio, truck e autista – in una chiara panoramica sul FleetBoard Cockpit. L’azienda ottiene la massima trasparenza sull’autoarticolato grazie ad una visualizzazione d’insieme completa e ben leggibile.

 

Esempi d’applicazione:

 

-       Trasmissione delle informazioni sull’ubicazione e sulla condizione d’aggancio del semirimorchio

-       La motrice per semirimorchio riconosce se il semirimorchio sia collegato e identificato

-       Trasmissione delle informazioni su struttura e autotelaio del semirimorchio, indipendentemente dal truck

-       Con semirimorchi isotermici, trasmissione di condizione delle porte, temperatura, modalità d’esercizio e periodo di attivazione del gruppo frigorifero

-       Trasmissione delle informazioni sulle condizioni dell’autotelaio, come carico sugli assi, pressione degli pneumatici o condizioni delle guarnizione dei freni

 

Disponibilità: il servizio Trailer ID è offerto per i truck Mercedes-Benz di ultima generazione. Per il servizio Trailer Data, FleetBoard collabora attualmente con i sistemi telematici dei due costruttori di rimorchi attualmente leader in Europa, Schmitz Cargobull e Krone. È attualmente in atto l’ampliamento delle cooperazioni con altri fornitori.

 

 

FleetBoard Transport Management

 

Il FleetBoard Transport Management illustra mediante workflow standardizzati le attività di trasporto tipiche, come la programmazione dei viaggi e degli ordini, il disbrigo degli ordini, il carico, lo scambio del carico, lo scarico o l’immissione di tempi d’attesa. FleetBoard può adattare in modo individuale le procedure specifiche dell’azienda o del relativo settore a qualunque soluzione telematica e, ove richiesto, può integrarle negli ambienti IT già esistenti o propri dell’azienda. A tal fine l’azienda viene supportata da FleetBoard Consultant che, prima dell’inizio della collaborazione, eseguono un’analisi mirata sulla base dei processi e delle esigenze dell’azienda medesima e realizzano insieme al Cliente un quadro generale dei servizi e delle procedure.

 

Campo d’impiego: il servizio consente ai responsabili di disporre sempre di un quadro generale degli ordini di trasporto e di richiamare lo stato di lavorazione aggiornato di ogni singolo ordine. Gli autisti traggono vantaggio dalla gestione dell’ordine, perché tutte le disposizioni vengono concordate tramite DispoPilot.guide e si eliminano così gli accordi telefonici, più laboriosi e soggetti a errori.

 

Esempi d’applicazione:

-       Richiamo d’informazioni su stato del carico, orario d’arrivo, danni alle merci, tempo di guida residuo dell’autista

-       Messaggio in caso di tempi d’attesa o ritardi causati da code

-       Notifica dei danni alle merci mediante la funzione fotografica del DispoPilot.guide

-       Evasione ordini secondo workflow predefiniti

 

 

Ulteriori informazioni su: media.mercedes-benz.it e media.daimler.com

 

 

 

Pubbliconsult Multimedia
P IVA: 04977270018

© Copyright 1996 - Credits - Mappa - transportonline.com