Porto di Trieste
eni multicard
AS24
TimoCom – Facciamo incontrare carichi e mezzi di trasporto.
UTA Italia
Gruppo Marta Fernando
Transpotec Logitec 2019
Grimaldi Group
SP TRANS
Vialtis
Telepass
TE Trasporto Europa

News

12 Giu 2018

Garlasco, la ''Las Vegas lomellina'' diventerà un polo della logistica

Bonus pubblicità su Transportonline
POLO_LOGISTICO_GARLASCO

Accanto alle Rotonde un insediamento che potrebbe occupare 200 lavoratori del terriotorio.

 

GARLASCO - Il primo e più importante passo è stato compiuto. Nell’area del polo Cannedo, un tempo sede dell’impresa Record, si collocherà un insediamento logistico che potrebbe avere un’importante ricaduta occupazionale su Garlasco e il suo territorio. A palazzo comunale regna l’ottimismo. «È stato raggiunto l’accordo per la compravendita dei terreni - annuncia l’assessore alle Attività produttive, Francesco Santagostino - che è il passo iniziale ma più imporntante. L’operazione insomma sta andando in porto». 

 

Sull'area di 350mila metri quadrati dei quali 150mila coperti, in posizione strategica rispetto all’autostrada Milano-Genova, troverà posto un insediamento che potrebbe impiegare 200 lavoratori del territorio. Superato lo scoglio dell’acquisizione dei terreni è ora il tempo di ottenere le autorizzazioni da Comune e Provincia. Saranno necessarie anche delle opere di collegamento: al momento si sta valutando la possibile estensione del cavalca-ferrovia che si trova nella zona siano a via San Biagio, consentendo un miglioramento della viabilità di tutta la zona. Insomma, un progetto di grande rilievo per il rilancio di quella che un tempo era la “Las Vegas della Lomellina”, la capitale del divertimento di un’ampia zona del territorio.

 

Dei locali che erano automaticamente associati a Garlasco ora rimangono solo Le Rotonde, una delle discoteche più conosciute di tutto il Paese. Il nuovo insediamento potrebbe aprire la porte dell’occupazione ai residenti dell’area con tutti i comprensibili benefici. Che non mancheranno nemmeno per le casse pubbliche, perché una prima stima indica una cifra compresa tra i 400 e i 500mila euro, pronti ad entrare grazie agli oneri di urbanizzazione e che poi potranno essere dirottati per le opere a favore della comunità. Un importante spinta arriverà anche sul fronte della circolazione che dovrà necessariamente essere più fluida di quella attuale.

 

 

Fonte: IL GIORNO

 

 

Pubbliconsult Multimedia
P IVA: 04977270018

© Copyright 1996 - Credits - Mappa - transportonline.com