Porto di Trieste
eni multicard
AS24
TimoCom – Facciamo incontrare carichi e mezzi di trasporto.
UTA Italia
Gruppo Marta Fernando
Transpotec Logitec 2019
Grimaldi Group
SP TRANS
Vialtis
Telepass
TE Trasporto Europa

News

10 Lug 2018

Gruppo di logistica studia veicoli elettrici per il movimento delle merci nei porti

Bonus pubblicità su Transportonline

Importante riconoscere che i veicoli elettrici avranno un’enorme influenza sulla futura forma del settore della logistica delle merci.

 

L’Australian Logistics Council (ALC) ha costituito un gruppo di lavoro sui veicoli elettrici per valutare come i veicoli elettrici influenzeranno il movimento delle merci negli anni a venire.


L’adesione iniziale al gruppo di lavoro comprenderà rappresentanti dei maggiori trasportatori australiani, tra cui Linfox, Woolworths, DHL Australia, Australia Post e un certo numero di altre società membro ALC.


“È importante riconoscere che i veicoli elettrici avranno un’enorme influenza sulla futura forma del settore della logistica delle merci in Australia”, ha dichiarato l’amministratore delegato di ALC Michael Kilgariff. “Ciò rende fondamentale per i responsabili politici concentrarsi sull’assicurare che l’Australia abbia le infrastrutture e il quadro normativo corretti per consentire ai veicoli pesanti del futuro di continuare a consegnare ogni giorno: la posta, i generi alimentari, i medicinali, le forniture aziendali e gli acquisti online”.


“La formazione di questo gruppo di lavoro sui veicoli elettrici è parte dell’impegno di ALC come leader del settore per garantire la continua efficienza e sicurezza di questo settore, poiché l’Australia inizia il passaggio dai motori a combustione interna alle nuove tecnologie”.

 

Un recente studio completato da Energia per conto dell’Australia Renewable Energy Agency e Clean Energy Finance Corporation ha rilevato che entro il 2030 fino al 50% delle nuove auto vendute in Australia saranno veicoli elettrici. L’Australia attualmente non ha gli incentivi fiscali per guidare gli acquisti di veicoli elettrici, ma con il paese impegnato a rispettare l’accordo di Parigi del 2015 per ridurre le emissioni del 26-28% rispetto ai livelli del 2005 entro il 2030, si prevedono seri cambiamenti politici per affrontare questo importante argomento.


“Ci sono tutte le ragioni per credere che cambiamenti simili si verifichino anche nel settore dei veicoli pesanti – e ora dobbiamo prepararci per questo cambiamento”, ha detto Kilgariff. “Il gruppo di lavoro ALC Electric Vehicles promuoverà i benefici finanziari, sociali e ambientali dei veicoli elettrici per l’industria e i governi”.

 

 

Fonte: FARODIROMA

 

 

Pubbliconsult Multimedia
P IVA: 04977270018

© Copyright 1996 - Credits - Mappa - transportonline.com