eni multicard
AS24
TimoCom – Facciamo incontrare carichi e mezzi di trasporto.
UTA Italia
Gruppo Marta Fernando
Transpotec Logitec 2019
Grimaldi Group
SP TRANS
Vialtis
Telepass
TE Trasporto Europa

News

04 Dic 2018

Direttrice Adriatica aperta ai treni merci ''high cube''

Bonus pubblicità su Transportonline
Direttrice_Adriatica_TRENI_MERCI_HIGH_CUBE_02

Investimento di 25 milioni di euro.

 

ROMA - Da oggi, sull’intera Direttrice Adriatica, da Bologna a Lecce, possono viaggiare anche i treni merci high cube, grazie all’attivazione della “Galleria dei Frentani”. La nuova galleria a Nord della stazione di Ortona, lunga circa 500 metri e realizzata in linea con gli standard europei previsti sui Corridoi ferroviari TEN-T, consente la circolazione di treni con sagoma limite massima di 4 metri di altezza allo spigolo (PC80), in grado quindi di trasportare semirimorchicontainer di grandi dimensioni e tir completi di motrice e rimorchio, caricati su speciali carri merci.


La nuova attivazione è determinante soprattutto per lo sviluppo del trasporto merci al Sud, con benefici importanti anche per l’intermodalità: i porti del Meridione, infatti, grazie alle nuove potenzialità delle connessioni con la rete ferroviaria nazionale ed europea, potranno offrire nuovi servizi e risultare maggiormente attrattivi.

 

L’investimento di Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS Italiane) per questo intervento, che rappresenta la prima fase del raddoppio ferroviario a Nord di Ortona, è di 25 milioni di euro. Partirà a breve, quindi, la seconda fase del raddoppio, tra cui i lavori previsti nella “Galleria Castello”, che permetteranno un incremento di capacità per l’intera Direttrice.

 

Prosegue così l’impegno di RFI e del Gruppo FS Italiane per adeguare la rete ferroviaria nazionale agli standard europei previsti sui Corridoi TEN-T: oltre alla sagoma limite, previsti anche interventi per favorire la circolazione di treni lunghi 750 metri e con peso assiale di 22,5 tonnellate. Azioni che hanno come obiettivo lo sviluppo del trasporto merci e lo shift modale dalla gomma al ferro

 

L’investimento complessivo previsto in tutt’Italia per l’ammodernamento tecnologico e infrastrutturale delle linee ferroviarie con interventi dedicati al trasporto merci è pari a 4 miliardi di euro.

 

 

Fonte: FS NEWS

 

 

Pubbliconsult Multimedia
P IVA: 04977270018

© Copyright 1996 - Credits - Mappa - transportonline.com