DKV Euro Service
Verizon Connect
eni multicard
Grimaldi Group
Soset
SP TRANS
AdBlue
Vendi e compra il tuo autocarro

News

14 Mag 2021

Arcese e Fiat Professional insieme per una logistica urbana sempre più green

Web TV
educato_arcese_transportonline

Un nuovo passo in avanti per la strategia sostenibile del Gruppo Arcese.

 

Un futuro sempre più Green: è uno dei principali obiettivi del settore dei trasporti e della logistica, che vede la strada verso l’ecosostenibilità caratterizzata da sempre nuove e importanti sfide volte alla riduzione dell’impatto ambientale lungo l’intera Supply Chain. Obiettivo guidato dall’Europa, che con il Green Deal europeo ha dichiarato l’obiettivo di rendersi climaticamente neutrale entro il 20501. In questo contesto, l’ottimizzazione delle risorse, gli investimenti in innovazione e digitalizzazione si confermano elementi guida della strategia di Arcese, una strategia che vede proprio nella sostenibilità una leva fondante.


A dimostrazione di ciò le numerose iniziative del Gruppo Arcese in questo ambito, tra cui la partnership con Fiat Professional e la recente consegna del nuovissimo E-Ducato.


Il primo modello full electric di Fiat Professional sarà infatti usato da Arcese per i prossimi due mesi come test pilota. Una collaborazione pioneristica che permetterà ad Arcese di essere tra i primi operatori logistici a testare il mezzo e raccogliere così i dati necessari per valutare la possibilità di potenziare con E-Ducato la proposizione di autoveicoli a basso impatto ambientale destinati alle attività di distribuzione urban e near urban. La sperimentazione, inoltre, permetterà a Stellantis di raccogliere preziosi feedback e dati di guida relativi al nuovo mezzo.


Con l’E-Ducato Arcese servirà l’area metropolitana di Milano in modalità triplicemente green: meno emissioni, inquinamento acustico inferiore e traffico ridotto nel centro città sono infatti tra le conseguenze sostenibili strettamente connesse all’utilizzo dell’E-Ducato, che grazie ad una portata significativamente maggiore a quella dei furgoni standard permette di ridurre il numero dei veicoli operativi in circolazione.


Il mezzo è stato ufficialmente consegnato a inizio maggio alla presenza dei team di Fiat Professional, rappresentato da Salvatore Cardile responsabile Marketing Italia per i Veicoli Commerciali & Converters, Angelica Carapezza, Electrification Programs Manager di Fiat Professional Europa e Daniele Ferraguto in qualità di District Sales Manager Italia oltre che Lorenzo Piccoli, Simona Melai e Carlo La Corte, rispettivamente Business Development Director, Sustainability Manager e Transport Technical Manager del Gruppo Arcese.


Per Eric Laforge, responsabile LCV di Stellantis in Europa, si tratta di un passo importante per una crescente integrazione di E-Ducato all’interno delle numerose realtà professionali come Arcese. “Siamo lieti che il Gruppo Arcese abbia rivolto l’attenzione al nostro Brand partecipando con entusiasmo ad un progetto pilota che li vede protagonisti nella costruzione nel miglior veicolo elettrico possibile per la loro mission”. La partnership con Arcese rientra nella strategia e-mobility di Stellantis, focalizzata sulla creazione di un sistema di collaborazioni multi-settore che permettano l’effettiva diffusione della mobilità sostenibile, in questo caso in ambito logistico. Per questo motivo, ai tavoli di lavoro congiunti ha sempre preso parte anche il team e-Mobility con la sua conoscenza in ambito di servizi di ricarica (privati e pubblici), progetti innovativi di stabilizzazione della rete elettrica “Vehicle To Grid” e realizzazione di app come Pro Fit by E-Ducato che permettono di simulare virtualmente le performance del nuovo mezzo elettrico di Fiat Professional.

 

“Siamo orgogliosi di essere parte di questo ambizioso progetto” afferma Matteo Arcese, Executive President del Gruppo, che prosegue: “La partnership con Fiat Professional è testimonianza dell’impegno delle nostre due aziende nella costante ricerca di soluzioni innovative per soddisfare le esigenze dei rispettivi clienti e diminuire la nostra impronta ecologica. Il mezzo della fase pilota è un pre-serie, per questo motivo lo proveremo su missioni sempre più impegnative sia come kilometraggio che come orari e tipologia di merce trasportata (in termini di peso). Una sfida che non ci spaventa: la promessa del nuovo E-Ducato, infatti, già dopo i primi giorni di test si allinea perfettamente con le nostre aspettative in termini di velocità, sicurezza, affidabilità ma soprattutto per gli aspetti “green”, grazie all’abbattimento delle emissioni di CO₂ in atmosfera.”

 

arcese.com 

 

 

Pubbliconsult Multimedia
Testata giornalistica registrata
al tribunale di Torino n. 228/2018
P IVA: 04977270018

© Copyright 1996 - Credits - Mappa - transportonline.com