Eni Station
Verizon Connect
Grimaldi Group
Soset
SP TRANS
AdBlue
Vendi e compra il tuo autocarro

News

13 Gen 2022

2022 cruciale per camion elettrici e a idrogeno secondo ACEA

Web TV
CAMION_ELETTRICI_IBRIDI_ACEA_TRANSPORTONLINE

Il nuovo presidente della divisione veicoli commerciali ACEA Martin Lundstedt chiede piani infrastrutturali dedicati ai mezzi pesanti.

 

Che il futuro del trasporto commerciale, come del resto di quello passeggeri, dipenda dallo sviluppo delle infrastrutture di rifornimento per le soluzioni elettriche e a idrogeno è un dato di fatto su cui costruttori e associazioni di categoria non perdono occasione di lanciare appelli.

 

L'ultima voce ad aggiungersi al coro è quella della divisione Veicoli Commerciali di ACEA, l'associazione dei costruttori europei, nella fattispecie quella del neo eletto presidente Martin Lunstedt, ceo di Volvo Group, che ha ribadito come l'anno appena iniziato sia decisivo per tradurre in realtà le molte promesse di impegno viste sin qui soprattutto da parte della politica.

 

Percorso obbligato, ma lento


Come ha dichiarato direttamente lo stesso Lundstedt: "Il 2022 sarà un anno decisivo sulla strada per il trasporto merci su strada a emissioni zero. I camion elettrici a batteria sono pronti a mettersi in viaggio in gran numero e presto arriveranno i camion a celle a combustibile, tuttavia, la capacità degli operatori di trasporto di investire in camion a emissioni zero è direttamente collegata alla disponibilità della giusta infrastruttura di ricarica e rifornimento".

 

Il Parlamento europeo e i governi nazionali stanno attualmente discutendo le proposte per il nuovo Regolamento sulle Infrastrutture per i Combustibili Alternativi, noto con l'acronimo di AFIR (Alternative Fuels Infrastructure Regulation), che introdurrà obiettivi vincolanti per le reti di ricarica e rifornimento di carburante per ciascuno stato membro dell'UE.

 

"Purtroppo - ha rimarcato ancora il presidente di Volvo (nella foto qui sopra) - oggi manca quasi completamente l'infrastruttura adatta alle esigenze specifiche dei veicoli pesanti. Questo è un problema che l'AFIR deve affrontare con urgenza, con obiettivi ambiziosi e specifici per il settore degli. Perché nessun operatore di trasporto acquisterà mai un camion elettrico se non sarà in grado di caricarlo in modo agevole e senza interruzioni". Leggi tutta la notizia

 

Fonte: OMNIFURGONE.IT

 

 

Pubbliconsult Multimedia
Testata giornalistica registrata
al tribunale di Torino n. 228/2018
P IVA: 04977270018

© Copyright 1996 - Credits - Mappa - transportonline.com