News

19 Mag 2022

Sciopero dei corrieri Sda: consegne a rischio

SCIOPERO_CORRIERI_SDA_TRANSPORTONLINE

 

La protesta indetta per venerdì 20 maggio dai sindacati riguarda tutto il personale Sda.

 

Consegne a rischio in tutta Italia nella giornata di domani, venerdì 20 maggio. I sindacati Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti, hanno indetto uno sciopero nazionale che coinvolge tutto il personale e i corrieri Sda, società che fa capo a Poste Italiane, sia i lavoratori impiegati in maniera diretta che i dipendenti delle società in appalto che si occupano del trasporto merci. La protesta prevede anche un presidio davanti alla sede di Poste Italiane, a Roma.

 

Sciopero dei corrieri Sda: consegne a rischio


A confermare il "braccia incrociate" sono state le stesse sigle sindacali attraverso una nota unitaria: "Sciopero generale, domani venerdì 20 maggio, di tutti i lavoratori e le lavoratrici di Sda, azienda di proprietà del Gruppo Poste Italiane che effettua consegna delle merci nelle città ed in provincia. Nella protesta saranno coinvolti sia dipendenti diretti sia dipendenti di società operanti in appalto che parteciperanno, provenienti da tutta Italia, dalle ore 10, ad un presidio nazionale a Roma, davanti alla sede centrale di Poste Italiane a Viale Europa 175".

 

Ma perché scioperano i corrieri Sda? A spiegare le motivazioni della contestazione sono sempre i sindacati: "Alla base della protesta che riguarda un settore in espansione come quello della consegna delle merci, strettamente legato all’ecommerce e che ha molte analogie rivendicative con la vertenza, chiusa positivamente pochi mesi fa, dei corrieri che consegnano per conto di Amazon, ci sono temi come orario e carichi di lavoro, premio di risultato per tutti i lavoratori e garanzie occupazionali in caso di cambio appalto". Leggi tutta la notizia

 

Fonte: TODAY

Eni Station
Verizon Connect
Grimaldi Group
Soset
SP TRANS
AdBlue