News

05 Ago 2022

Nuovo record per il settore logistico secondo JLL

settore_logistico_transportonline

 

Triplicati i volumi rispetto all’H1 2021.

 

Secondo un recente studio di JLL- leader mondiale nei servizi e nella gestione degli investimenti per il settore immobiliare – il mercato della logistica ha toccato un nuovo record: nel primo semestre del 2022 si sono registrati investimenti per un totale di quasi 2 miliardi di euro, con 39 operazioni di compravendita (+23 a/a) caratterizzate da una dimensione media pari a 50,8 milioni di euro. Le transazioni hanno riguardato prevalentemente singoli asset, con alcune significative eccezioni relative a portafogli di dimensioni importanti. Milano ha continuato a rappresentare la destinazione più attrattiva per gli investitori, che, allo stesso tempo, hanno dimostrato un crescente interesse per Torino, Bologna e la macro-area del Veneto.

 

Per quanto riguarda l’andamento del mercato logistico lato occupiers, nel primo semestre 2022 il take-up in Italia è stato di circa 1,5 milioni di mq (+21% a/a). Il mercato è stato particolarmente dinamico registrando 82 operazioni, un numero quasi pari a quello del primo semestre 2021, ma con un assorbimento significativamente più elevato. La maggior parte di queste transazioni (35%) ha riguardato asset con una superficie inferiore ai 10.000 mq, a conferma dell’elevato appeal per le soluzioni di logistica urbana.

 

L’assorbimento di superfici ad uso logistico ha riguardato soprattutto asset di grado A (94%) ed è stata guidata da parte di operatori 3PL che hanno interessato più della metà della domanda (58% delle transazioni). Inoltre, gli operatori del settore retail hanno continuato ad aumentare la loro presenza sul mercato, assorbendo il 26% dello spazio complessivo, seguiti dagli operatori dell’e-commerce che hanno rallentato il loro assorbimento (6%).

 

I canoni di locazione prime sono complessivamente stabili, con l’eccezione di Milano e Torino, che aumentano rispettivamente a 58 €/mq/pa (+10 bps rispetto al trimestre precedente e all’anno precedente) e a 47 €/mq/pa (+20 bps rispetto al trimestre precedente e +40 bps all’anno precedente), con una dinamica positiva attesa anche per il prossimo anno in mercati e/ o segmenti ad alto potenziale.

 

I canoni prime per gli asset dell’ultimo miglio si confermano stabili sia a Milano che a Roma (94 €/mq/pa), in un segmento che lasca attendere una traiettoria di crescita sostenuta anche in ottica prospettica. Leggi tutta la notizia

 

Fonte: IL GIORNALE DELLE PMI

Eni Station
Verizon Connect
Grimaldi Group
Soset
SP TRANS
AdBlue