Green Logistics Experience

11 Apr 2023

Amazon Logistics Italia – ''Green Logistics Experience''

Gabriele_Sigismondi_Country_Director_Amazon_Logistics_Italia_transportonline

 

Intervista a Gabriele Sigismondi, Country Director Amazon Logistics Italia

 

Cosa sta facendo la sua azienda per un trasporto e una logistica sostenibile?

 

Amazon consegna miliardi di pacchi ai nostri milioni di clienti nel mondo. I trasporti rappresentano una componente fondamentale della logistica di Amazon e costituiscono uno snodo cruciale per l’attuazione delle strategie di contenimento delle emissioni che l’azienda sta mettendo in atto.

 

Seppur consapevoli che non si tratti di un percorso facile, siamo determinati a raggiungere il nostro obiettivo: zero emissioni nette di CO2 entro il 2040 in tutte le nostre attività. Questo è l’impegno che abbiamo assunto nel 2019, co-fondando il Climate Pledge insieme a Global Optimism. Da allora, abbiamo avviato un processo di trasformazione della rete dei trasporti dei nostri fornitori di servizi di consegna attraverso innovazioni nel campo dell'elettrificazione, miglioramenti dell'efficienza e metodi di consegna alternativi. Inoltre, continuiamo a investire in progetti di energia eolica e solare, con l’obiettivo di alimentare le nostre attività con il 100% di energia rinnovabile entro il 2025.

 

Le consegne che effettuiamo ogni giorno sono il frutto di un’organizzazione articolata, che contempla sia soluzioni di trasporto per brevi distanze sia per medio-lunghe.

 

Per le cosiddette consegne “dell’ultimo miglio”, prevediamo l’utilizzo di veicoli elettrici, come cargo scooter a tre ruote e van, e in alcune città nel mondo stiamo sperimentando anche consegne in cargo bike e a piedi. Abbiamo anche creato con la startup americana Rivian un van elettrico personalizzato in grado di rispondere in modo ottimale alle nostre necessità di efficienza, sicurezza e sostenibilità. Ne abbiamo ordinati 100.000, l’ordine di veicoli elettrici per le consegne più grande di sempre.

 

In Europa, ad oggi, abbiamo oltre 3.000 van elettrici che consegnano ai nostri clienti, e prevediamo di arrivare a 10.000 entro il 2025. Nel 2021, soltanto in Italia, i pacchi consegnati con veicoli a zero emissioni allo scarico sono stati più di 7 milioni, 100 milioni quelli in Europa. Parallelamente, in più di 20 città d’Europa, tra cui le italiane Milano, Genova, Bologna e Napoli, abbiamo lanciato hub di micro-mobilità, ovvero stazioni di consegna più piccole e collocate in posizioni centrali per fare a meno dei tradizionali furgoni per le consegne e alleviare la congestione del traffico nei centri urbani, migliorando la vivibilità e la qualità dell’aria nelle zone a traffico limitato con consegne effettuate da veicoli elettrici.

 

Queste azioni sono rese possibili dai forti investimenti che l’azienda sta effettuando nel mondo, come quello recente da oltre € 1 miliardo di euro nei prossimi cinque anni, finalizzato a elettrificare la rete dei trasporti dei nostri fornitori di consegna in tutta Europa. Non si tratta soltanto di investire sulle dotazioni di veicoli elettrici ma anche di contribuire alla creazione dell’infrastruttura necessaria ad alimentarli. Molti dei nostri siti nel mondo dispongono infatti di colonnine di ricarica elettrica e in Italia sono ad oggi 17 quelli alimentati da impianti fotovoltaici su tetto.

 

Quanto alle lunghe distanze, prediligiamo il trasporto su strada, su rotaie, per via aerea e per via mare. ​​Il trasporto a lungo raggio è un settore difficile da decarbonizzare a causa delle dimensioni e del peso dei camion e dei rimorchi e delle lunghe distanze che devono percorrere. In quest’ambito, i veicoli pesanti per il trasporto merci elettrici (eHGV) sono una tecnologia promettente: ne abbiamo già 5 in circolazione nel Regno Unito, 20 in Germania e intendiamo metterne su strada oltre 1500 in Europa entro il 2025.

 

Cosa chiede ai suoi partner per un trasporto e una logistica sostenibile?

 

Non si tratta soltanto di portare avanti i nostri impegni ma di estenderli e spronare i nostri partner a fare lo stesso: trasformare l'intera industria dei trasporti in modo che abbandoni i combustibili fossili richiede un coinvolgimento di tutte le parti interessate.

 

Ai nostri partner chiediamo ogni giorno di abbracciare il nostro universo valoriale e di sostenere i nostri sforzi di sostenibilità. Affidabilità, competenza e innovazione sono i valori che ricerchiamo nelle collaborazioni che, quotidianamente, ci impegniamo a stringere e consolidare.

Con queste premesse, per esempio, nel 2021 Amazon ha contribuito al lancio di coZEV con l’Aspen Institute al fine di aumentare la disponibilità di tecnologie e carburanti a zero emissioni, assicurandosi il sostegno di compagnie di navigazione, armatori di navi da carico, porti e altre organizzazioni che possono favorire la transizione energetica.

 

Da poco abbiamo inoltre firmato un accordo con la società di tecnologie per i combustibili rinnovabili Infinium al fine di alimentare i nostri veicoli da trasporto con elettrocarburanti a bassissimo contenuto di CO2 a partire dal 2023. Si tratta di un altro passo avanti verso il nostro obiettivo di abbandonare i combustibili fossili nei trasporti.

 

Il cambiamento climatico è la sfida più importante dei nostri tempi. Amazon vuole avere un impatto positivo sulla società e vuole essere un motore di crescita per il Paese, pertanto non intendiamo sottrarci alle responsabilità che derivano da questo ruolo.

 

logistics.amazon.it 

Toyota MH
Verizon Connect
Grimaldi Group
Soset
SP TRANS
Aziende Green su Transportonline