Print
Stampa

07/02/2019

ANITA chiede l'apertura H24 del Corridoio stradale del Brennero

ROMA - ANITA chiede l’apertura H24 nei giorni feriali di tutto il corridoio stradale del Brennero, in quanto la ferrovia non è ancora in grado di costituire una valida alternativa per trasportare carichi aggiuntivi, in termini di capacità dei terminal e disponibilità sulle tratte ferroviarie.

A riprova di ciò, ieri, 5 febbraio, il Terminal ferroviario di Colonia Eiffeltor è giunto ai limiti delle proprie capacità, disponendo un blocco di accettazione carichi fino alle ore 18.00 di oggi. E RFI lo scorso venerdì 1 febbraio, quando si stava preannunciando la criticità sull’Autobrennero, a partire da mezzogiorno ha parzialmente e dalla sera completamente bloccato il trasporto merci via ferrovia attraverso il Brennero, mantenendo questo blocco fino al mezzogiorno di lunedì 4 febbraio.

“Noi operatori, quando ci è consentito, utilizziamo la ferrovia il più possibile per non oberare l’Autobrennero durante il giorno e per evitare in futuro altre situazioni caotiche in strada. Attualmente, non ci sono le condizioni per un maggiore trasferimento dalla strada alla rotaia. Il Tirolo deve intervenire e concedere il passaggio notturno degli automezzi pesanti”afferma Baumgartner che auspica anche un coinvolgimento degli esperti del settore dei trasporti stradali e ferroviari nei futuri incontri al vertice che avranno luogo sul tema.

L’economia italiana non può essere separata dell’Europa del Nord e i trasporti non possono essere rincarati artificialmente, penalizzandoci ulteriormente.

 

 

Fonte: ANITA