Visirun
eni multicard
Ocean Sped
AS24
TIMOCOM Augmented Logistics
DKV Euro Service
AdBlue
SP TRANS
Gruppo Marta Fernando
Grimaldi Group
TE Trasporto Europa

News

11 Giu 2019

Una rotta nuova per i veicoli europei

Europa-Camion.it
ASSTRA_NUOVE_ROTTE_TRASPORTO

Gli esperti AsstrA raccontano dell'attuale situazione nel mercato di trasporti su strada.

 

Il trasporto automobilistico europeo è sulla soglia dei grandi cambiamenti. Il "Pacchetto mobilità", le multe per il riposo nelle cabine dei camion e la mancanza di conducenti professionisti creano nuove condizioni per il mercato dei trasporti. Quali conseguenze porteranno questi cambiamenti?

Arthur Antonin, Country Manager dell’area Spagna in AsstrA, racconta dell'attuale situazione nel mercato di trasporti su strada.

 

- La notizia più discussa nell’ambito del trasporto su strada è quella sul "Pacchetto mobilità". Qual è lo scopo principale della sua implementazione?

 

Il “Pacchetto mobilità” della Commissione europea è una serie di iniziative riguardanti la gestione del trasporto stradale commerciale nell'Unione europea. Rappresenta il più grande cambiamento nelle normative sul trasporto stradale dell'UE e copre molti aspetti delle attività del settore. Ad esempio, in Spagna, la maggior parte delle spedizioni di esportazione nel 2018 sono state effettuate dai vettori lituani, rumeni o bulgari che non hanno un ufficio di rappresentanza in questo paese. Il "Pacchetto mobilità" limiterà la concorrenza, uniformerà le tariffe e aprirà il mercato ai vettori locali. La situazione è simile in tutta l'Europa.

Secondo l'International Road Transport Union (IRU), il "Pacchetto mobilità" è stato adottato per risolvere una serie di problemi e sostenere lo sviluppo del trasporto stradale all'interno della regione europea. La standardizzazione e la semplificazione delle norme mirano a garantire una concorrenza leale, migliorare i valori ambientali ed implementare l'innovazione per tutti gli Stati membri dell'UE.

 

- Il fatto che i vettori richiedono il rispetto della legislazione UE, prevedendo un periodo di riposo di 45 ore al di fuori del camion, comporterà i cambiamenti significativi?

 

Molto probabilmente, sì. In molti paesi europei, come Germania, Francia o Austria, sono state messe in vigore multe per inosservanza delle regole di riposo da parte di conducenti all'esterno della cabina del camion. In Spagna, ad esempio, il divieto di un periodo di riposo di 45 ore all'interno della cabina del camion è entrato in vigore solo quest'anno . Secondo le nuove norme, il regolare riposo settimanale non può essere effettuato all'interno del veicolo. Lo scopo della legge è migliorare le condizioni di lavoro dei conducenti e combattere le pratiche commerciali sleali e le violazioni nel settore dei trasporti.

 

- E per quanto riguarda l’età media dei conducenti? Essa potrebbe mettere in discussione le prospettive a lungo termine di questo tipo di trasporto?

 

Devo ammettere che la situazione non sembra ottimista. Secondo le previsioni della German Association for freight forwarding and logistics (DSLV), 2/3 conducenti andranno in pensione nei prossimi 15-20 anni.

L'età media dei conducenti in Europa è sconfortante. Secondo i media britannici, la carenza di conducenti aumenta ad un tasso di 50 persone al giorno, mentre l'età media dei professionisti è di 55 anni. In Spagna, la situazione non è migliore. Secondo le informazioni della Direzione generale del traffico, il 70% dei conducenti ha più di 50 anni. L'Associazione tedesca di logistica e spedizionieri riferisce che in Germania solo un terzo dei conducenti di camion sono persone di età inferiore ai 45 anni. La Polonia ha bisogno di 100.000 conducenti. L'ufficio del lavoro olandese nel suo rapporto informa che il tasso di crescita medio della carenza di conducenti è del 35% all'anno.

 

Le ragioni principali di questa situazione sono le condizioni di lavoro difficili e l'alto costo di permessi. A causa della situazione attuale, vi è una significativa migrazione di conducenti tra i paesi. Il trasporto automobilistico europeo sta tracciando una nuova rotta.

 

AsstrA
asstraitalia@asstraitalia.com

 

www.asstraitalia.com

 

 

Pubbliconsult Multimedia
Testata giornalistica registrata
al tribunale di Torino n. 228/2018
P IVA: 04977270018

© Copyright 1996 - Credits - Mappa - transportonline.com